CENTRO STUDI PER LA SCUOLA CATTOLICA

Il modello di ricerca

Ipotesi preliminare di lavoro
2 dicembre 2018

L’osservazione delle scuole si articola in quattro ambiti:

- il contesto,
- le risorse,
- i processi (a livello strategico, organizzativo e educativo),
- i risultati.
Ciascun ambito è a sua volta descritto da una serie di indicatori specifici.
I dati sono raccolti attraverso un questionario informativo rivolto ai presidi/coordinatori/direttori delle scuole /cfp, e integrati con i principali parametri numerici forniti dal Miur.
I risultati sono incrociati con i criteri cardinali di qualità delle scuole cattoliche, individuati dalla ricerca condotta nel 2001 dal CSSC. In base a tali criteri, la scuola cattolica è:
- luogo di servizio educativo e formativo ecclesiale e civile,
- ambiente comunitario basato sulla promozione della partecipazione,
- luogo di educazione integrale della persona considerata nella sua singolarità,
- luogo di educazione nella “cultura” e nella promozione della sintesi tra fede, cultura e vita,
- luogo di testimonianza dei docenti, dei formatori e delle figure educative.
Poiché la qualità educativa non si può ridurre a soli parametri numerici in quanto basata sulla relazione che si instaura tra le persone, alla rilevazione dei dati oggettivi si aggiunge la valutazione espressa dai soggetti che compongono la comunità educativa (genitori, insegnanti, non docenti, testimoni privilegiati e – quando l’età lo consente – studenti).